17 milioni di canapa sequestrati. 3 arresti e 17 denunce tra Tramatza, Bonarcado, Milis e Usellus

23 Novembre 2021

Si è conclusa con l’arresto di tre ragazzi e ben 17 denunce una mega operazione anti-droga dei carabinieri di Oristano, concentrata su gran parte della provincia. Gli arrestati sono un uomo G.P. dell’86 e due donne, M.G. del 90 e PS del 96, tutti incensurati e pertanto si trovano agli arresti domiciliari.

Dal mese di ottobre, gli uomini dell’Arma sono impegnati in una vasta operazione, finalizzata a colpire la coltivazione illegale di canapa e il suo commercio illecito, attraverso un sistematico e capillare controllo delle aree rurali.

Nello specifico, le Compagnie di Oristano, Mogoro e Ghilarza hanno controllato oltre 500 obiettivi (tra ovili, aziende agricole, capannoni, etc..) rilevando diffuse irregolarità non solo riconducibili alla coltivazione della canapa o al traffico/commercio in generale di stupefacente, ma anche alla detenzione illecita di armi.

Uno dei terreni dove è stata trovata la canapa

L’attività si è conclusa e ha permesso di ottenere i seguenti risultati:

  • 3 persone arrestate e 17 denunciate per detenzione e spaccio;
  • 1.700 kg. di infiorescenze di canapa sequestrate, per un valore allo spaccio di circa 17 milioni; oltre 16.000 piante di canapa; 15 gr. di cocaina;
  • 1 persona arrestata e 3 denunciate per detenzione illecita di armi e munizioni;
  • Sequestrati 3 fucili da caccia, 1 coltello a serramanico di genere vietato e 19 cartucce calibro 12.

Una delle coltivazioni di maggior rilievo è stata trovata in agro di Tramatza, con circa 1.500 Kg di infiorescenze di canapa (stoccate in imballaggi di cartone termo sigillati) e, pertanto, pronti per il trasferimento e l’immissione in commercio il cui contenuto di THC (principio attivo stupefacente) è risultato superiore alla soglia consentita. I titolari dell’azienda agricola sono stati tutti denunciati e lo stupefacente, dal valore commerciale di 15 milioni, è stato sequestrato.

A Bonarcado e Milis sono stati arrestati tre ragazzi incensurati, poiché sorpresi mentre confezionavano la canapa proveniente da una loro coltivazione illecita. Qui sono state sequestrate circa 700 Kg tra piante e infiorescenze con principio attivo stupefacente (THC) superiore all’1%, per un valore commerciale allo spaccio di circa 3,5 milioni di euro.

Infine a Usellus sono state sequestrate circa 11.000 piantine di canapa, poiché in essicazione all’interno di un capannone dell’agro di Gonnosnò. Le piante provenivano da varie piantagioni regolari della Marmilla, ma il loro trattamento (taglio ed essicazione), non coerente alla sola coltivazione, ha portato al sequestro del raccolto e alla denuncia di 2 persone.

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

    Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

    Progetto comunicazione Vento ADV