Covid, allarme Fimmg: “Ad Oristano farmaci antivirali indisponibili”

11 Maggio 2022

I Medici di famiglia della Sardegna non possono curare i pazienti Covid a domicilio con i farmaci antivirali che il decreto ministeriale mette a disposizione delle cure territoriali, perché la Regione Sardegna non ha lo ha ancora recepito. Il tutto in un quadro che vede la Sardegna tra le regioni a maggiore occupazione delle terapie ordinarie e intensive. “In questa situazione di estremo disinteresse da parte della regione per la salute dei cittadini, il medico di famiglia non può far altro che avviare al ricovero in ospedale i pazienti covid, ritenuti a rischio di grave malattia, che le linee guida destinano alla terapia domiciliare antivirale” dichiara il segretario provinciale della FIMMG, Alessandro Usai.

Se questo appare già un’assurda discriminazione dei cittadini sardi nell’accesso alle cure, nella provincia di Oristano si va oltre. Infatti, non potendosi utilizzare i farmaci antivirali nel territorio, la logica vorrebbe che questi farmaci potessero essere utilizzati in ospedale. Impossibile: i medici di famiglia che avessero la necessità di avviare alle cure antivirali i pazienti idonei al trattamento non hanno ricevuto da parte della Asl nessuna indicazione sulle procedure da adottare per l’invio nei reparti dove gli assistiti possano ricevere le cure che sul territorio non sono presenti.

La Fimmg di Oristano chiede all’Assessore regionale alla Sanità di sbloccare quanto prima la distribuzione dei farmaci antivirali nel territorio e al Direttore Generale della Asl 5 di elaborare finalmente una procedura per avviare i pazienti ai reparti (e quali) ospedalieri per la cura con monoclonali e antivirali” conclude Usai.

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

    Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

    Progetto comunicazione Vento ADV