E’ un’apocalisse. Il fuoco nel Montiferru e nella Planargia non si ferma più

25 Luglio 2021

Un’apocalisse ambientale con centinaia di ettari di lecci, roverelle e sughere secolari andati in fumo soprattutto tra il Montiferru e la Planargia, un vero polmone verde, epicentro degli incendi che sono divampati e andati avanti tutta la notte tra i comuni di Santu Lussurgiu, Cuglieri, Sennariolo, Tresnuraghes, Magomadas, Flussio e Tinnura.

Il fuoco non si è fermato neanche durante la notte e se si sono evitati danni peggiori è anche grazie all’opera di centinaia di volontari.
Diverse le Squadre di pronto intervento: il Comando Vigili del Fuoco di Oristano ha inviato un autofurgone UCL (Unità di Crisi Locale). Sul posto, poi, 5 Canadair dei Vigili del Fuoco, tre da Olbia e due da Roma Ciampino, il drago 144 decollato dalla base di Alghero.
La sala operativa della Direzione Regionale ha disposto l’invio dei moduli di colonna mobile in versione Antincendio Boschivo dai Comandi di Cagliari e Sassari. La Forestale ha impiegato altri 4 elicotteri, tra cui il Super Puma da Fenosu.

Numerose le aziende agricole coinvolte dove molti allevatori sono rimasti impegnati tutta la notte, oltre che per presidiare le strutture anche per recuperare e mettere al sicuro il proprio bestiame.

Le fiamme all’ingresso di Santu Lussurgiu, dove ieri sono state fatte evacuare 80 abitazioni

I danni sono già ingenti: oltre a pascoli e recinzioni e il patrimonio boschivo, in alcuni casi si sono persi anche gli animali, capannoni, fienili con le scorte di foraggio e altre strutture e mezzi. Alcune sono rimaste senza acqua e corrente elettrica. Ma in questo momento si è ancora in piena emergenza.

A Cuglieri, lo spavento durante la notte è stato enorme. Bruciato l’ufficio postale, l’ufficio della Coldiretti, ingenti danni all’oleificio. Evacuato il centro abitato, dove le fiamme hanno seminato il terrore. All’ingresso del paese, numerose attività produttive sono andate distrutte, tra i quali un capannone di commercio all’ingrosso di bevande. Il settore era in ginocchio per il Covid e si stava risollevando. Una tragedia

L’attività di commercio bevande, distrutta a Cuglieri

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

    Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

    Progetto comunicazione Vento ADV