Oristano. Mistero in consiglio comunale. Il partito del Sindaco abbandona l’aula e la seduta viene sospesa

12 Ottobre 2021

All’improvviso il vuoto. Dopo aver discusso alcune interrogazioni, il consiglio comunale odierno è stato sciolto per l’assenza improvvisa di tutto il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, oltre agli assessori di riferimento e al Sindaco Andrea Lutzu. Il capogruppo Peppi Puddu ha chiesto una sospensione, atto rituale che probabilmente avrebbe dovuto consentire ai consiglieri di chiarire alcune cose. In realtà, Sindaco, assessori e consiglieri hanno addirittura lasciato il palazzo degli Scolopi per andare in sala giunta. Evidentemente, il chiarimento era un qualcosa in più, ma dare interpretazioni, senza dichiarazioni ufficiali, è compito arduo.

L’aula semi-vuota al momento dell’appello del Presidente Franceschi

Sicuramente, all’interno del partito c’è qualcosa che non va. Le interrogazioni odierne, firmate dal capogruppo Peppi Puddu, insieme a Fulvio Deriu e Lorenzo Pusceddu erano finalizzate a evidenziare problemi di decoro urbano e lavori pubblici: la fontana di Piazza Roma, spenta ormai da 2 anni e mezzo, oltre alle condizioni della marina di Torregrande. È possibile che dopo la discussione ufficiale, finita alla “volemose bene”, i firmatari abbiano in realtà voluto spiattellare in faccia al Sindaco Lutzu le responsabilità di alcune manchevolezze. Non sarebbe peraltro la prima volta. Stavolta, però, i chiarimenti interni al partito sono arrivati durante una seduta di consiglio all’apparenza innocua. E senza avvisare nessuno degli alleati. Molti colleghi non sembravano aver preso bene la fuga solitaria del gruppo di maggioranza relativa. Giovedì si replica, in un clima che non sarà disteso

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

    Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

    Progetto comunicazione Vento ADV