Paziente oncologica di Oristano. Il tribunale: “Cure subito al San Martino”

24 Marzo 2020

Il tribunale di Oristano, con sentenza del giudice Salvatore Carboni, ha accolto il ricorso della paziente R.B., difesa dall’Avv. Rossella Oppo.

Lo comunicano le Associazioni Komunque Donne, Le Belle Donne,  CITTADINANZATTIVA, AIL e ADICONSUM. Il giudice ha imposto a Regione e ATS, ognuna per le proprie competenze, di PROVVEDERE ALLA IMMEDIATA SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA presso l’Ospedale San Martino di Oristano. La paziente, pur in condizioni di salute molto precarie, era costretta a recarsi all’ospedale di Nuoro, perché ad Oristano non veniva somministrata la terapia di cui ha bisogno.

Le Associazioni, che si erano costituite anch’esse, esprimono grande soddisfazione e felicità per l’importante pronunciamento, che permetterà alla paziente R.B. di ricevere tutte le appropriate cure salvavita.

Rimane da vincere la seconda battaglia: la richiesta di istituire, all’ospedale San Martino, l’unità complessa di oncologia.

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

Progetto comunicazione Vento ADV