Sanità. Oristano si ribella. Altra manifestazione Sabato 7 Novembre

17 Ottobre 2020

La commissione speciale sanità del Comune di Oristano, insieme ai sindacati e ad alcune associazioni di volontariato, hanno indetto un’iniziativa pubblica per Sabato 7 Novembre.

“Sta venendo meno il principio di uguaglianza e solidarietà nell’accesso alle cure – ha spiegato il presidente della commissione, Efisio Sanna -. Per questo motivo, ci vogliamo opporre con tutte le nostre forze”.

I soggetti promotori dell’iniziativa non vogliono mettere l’accento sui motivi che hanno portato allo stato di smantellamento “ma è inevitabile dire che negli ultimi 10 anni c’e’ stato un deficit di programmazione”.

La commissione speciale del Comune sta lavorando da 3 mesi, sentendo in audizione gli attori principali della sanità oristanese. “La situazione che sta venendo fuori – fa sapere Efisio Sanna – è scandalosa, in alcuni servizi in particolare”.

L’idea è quella di mettere insieme tutta la Provincia, per un’azione unitaria che manca da anni. Compresi, quindi, i territori di Ghilarza e Bosa, dove i presidi ospedalieri sono ugualmente in stato di abbandono.

Anche dai sindacati un richiamo al principio di sussidiarietà e l’appello ad agire tutti insieme per tutelare “il paziente”, che non è più al centro dell’azione politica regionale.

Le associazioni hanno ribadito quali sono le emergenze dal punto di vista del personale: in tutti i reparti, a partire da pneumologia, radiologia, pronto soccorso. “Per non parlare dell’assistenza domiciliare” – ha detto Maria Delogu, dove opera un solo oncologo.

L’iniziativa pubblica del 7 Novembre è in via di definizione. Si potrebbe tenere di fronte all’ingresso della Assl di Oristano, in Via Carducci, e prevede un’adunanza di più soggetti.

Intanto, il consiglio comunale di Oristano si riunirà il 23 Ottobre per una seduta interamente dedicata alla sanità

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

    Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

    Progetto comunicazione Vento ADV