Vaccino obbligatorio anti-covid. Norme di esenzione per gli ultracinquantenni

2 Luglio 2022

Con il Decreto Legge n.1 del 7 gennaio 2022 è stato introdotto l’obbligo del vaccino anti Covid-19 per tutti i cittadini italiani e stranieri dai 50 anni in su che risiedono o soggiornano in Italia. L’obbligo è stato in vigore fino al 15 giugno scorso.

I cittadini inadempienti hanno ricevuto o riceveranno una sanzione amministrativa di 100 euro, attraverso la notifica di comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio inviata dal Ministero della Salute tramite l’Agenzia delle entrate.

Nello specifico, la sanzione si applica ai soggetti che:

al 1 febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario;

al 1 febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario (seconda dose) nelle modalità e nei termini previsti dal Ministero della Salute;

a decorrere dal 1 febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario (terza dose) entro i termini di validità delle Certificazioni verdi Covid-19.

Dalla ricezione della notifica, i cittadini hanno dieci giorni per presentare alla propria Asl di appartenenza la documentazione idonea a ottenere l’annullamento della sanzione.

Possono richiedere l’annullamento della sanzione i cittadini dai 50 anni in su:

per i quali il vaccino comporti un accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, che devono essere attestate dal medico di medicina generale o vaccinatore.

che hanno prenotato la vaccinazione in data antecedente il 1 febbraio 2022, pur avendola effettuata dopo tale data.

Gli ultracinquantenni residenti o soggiornanti in provincia di Oristano che rientrano in queste categorie, devono inviare l’attestazione dell’insussistenza dell’obbligo vaccinale alla Asl di Oristano, entro 10 giorni dalla ricezione della notifica dell’Agenzia delle Entrate, all’indirizzo e-mail:

esenzionecovid.overcinquanta@asloristano.it

Alla e-mail dovranno esseri allegati:

– dati anagrafici e codice fiscale del soggetto interessato, preferibilmente tramite scansione fronte/retro della Tessera sanitaria

– Copia scansionata della comunicazione ricevuta dall’Agenzia delle Entrate (o almeno numero identificativo della comunicazione)

– In caso di esenzione per accertato pericolo per la salute: certificazioni mediche riferite a eventuale esenzione dalla vaccinazione, con relative motivazioni;

– in caso di esenzione per prenotazione antecedente al 1 febbraio: documentazione che attesti l’avvenuta prenotazione prima del 1 febbraio 2022.

Vuoi avere visibilità e promuovere la tua azienda?

Contattaci e sarai richiamato subito

    Per maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy e sul trattamento dei dati personali clicca qui

    Progetto comunicazione Vento ADV