Golf a Torregrande. La Regione chiede ridimensionamento alla Ivi!

Doccia fredda per chi vuole costruire. Bagno di salute per il comitato che non vuole il campo da golf.

Gli uffici della Regione, e in particolare dell’assessorato all’ambiente, nelle ultime ore avrebbero avuto intense interlocuzioni con i vertici della Ivi Petrolifera. Normale dialettica nella fase di istruttoria che sta attraversando il progetto. Fatto sta che il risultato finale sarebbe quello di ridurre la superficie del campo da golf presente nel progetto di insediamento turistico. Nella fattispecie, si starebbe arrivando alla conclusione di dimezzare il numero di buche: da 18 a 9. In questo modo, il progetto avrebbe il via libera dei tecnici senza alcun problema. Una sorta di compromesso che metterebbe d’accordo tutti, secondo la Regione, ma che in realtà rischia di non accontentare nessuno.

La planimetria del progetto Ivi

In queste ore si scrive il verdetto sulla valutazione ambientale, che ha visto l’ultima tappa importante nello scorso Febbraio, quando furono presentati pubblicamente, davanti a 2 funzionari dell’assessorato regionale, il progetto e le osservazioni. Fino al 23 Marzo, le osservazioni potevano essere integrate e così hanno fatto i membri del comitato, che hanno prodotto una mole importante di documentazione.

L’assemblea pubblica all’Hospitalis Sancti Antoni

Ora la palla passa alla Regione e poi alla conferenza di servizi finale, con le controdeduzioni della Ivi Petrolifera. Per cercare una sintesi, però, nel frattempo si è chiesto informalmente, alla società proponente, di dimezzare le volumetrie sul golf.

Il progetto, nella sua totalità, prevede la realizzazione di un complesso turistico e un percorso golfistico. 360 posti letto alberghieri, piu’ 200 dalle residenze turistico-stagionali. Ma non è l’investimento immobiliare a far discutere.

Uno degli aspetti più contestati dagli ambientalisti è il percorso golfistico che prevede un campo a 18 buche, la metà delle quali compresa all’interno della pineta. Per consentire questo intervento dovranno essere tagliati alberi su una superficie di 18 ettari. A poco sono servite le rassicurazioni della Ivi sul rimboschimento compensativo in altre zone di Torregrande e a Massama. Sui green a 18 buche è scontro totale.

Servirà la soluzione di compromesso?

Condividi questa notizia: