Eolo. Il beach-tennis mondiale un grande successo a Torregrande

Sono state due finali intense quelle del BT 100 Eolo Beach Contest Proxienergy 2023, disputate sui campi dell’Eolo Beach Tennis di Torregrande. Gli Internazionali più attesi dell’estate in Italia, che hanno contato la presenza di circa 80 iscritti, hanno visto vincere Luca Cramarossa e Tommaso Giovannini per 76, 62 contro i giovanissimi Nicolò Gasparri e Gabriele Gini.

Per Cramarossa, gli Internazionali di Torregrande hanno segnato un grande ritorno sulla sabbia. “Sono contento di essere tornato alla vittoria dopo essere stato tanti anni lontano dal beach tennis- è il commento a caldo di Luca Cramarossa- la Sardegna la porterò nel cuore perchè Torregrande segna la ripartenza della mia carriera”.

Cramarossa-Giovannini

“Conoscevamo il valore dei nostri avversari- commenta Giovannini al termine- Crama è tornato a vincere, sono molto contento di averlo qui”.

Tra i giocatori in campo per la semifinale, altri nomi importanti del beach tennis, italiano e mondiale: Marco Faccini e Diego Bollettinari, Filippo Boscolo e Luca Andreolini.

Altro match combattuto, finito 3-6/ 6-3/12-10 è quello che si è vissuto poco prima, sulla stessa sabbia, quando in campo hanno giocato la sarda Giulia Deiana in coppia con Maddalena Cini e la campionessa del mondo U18 in carica Elena Francesconi e Greta Giusti, vincitrici del torneo.

Francesconi-Giusti col padrone di casa, Sebastiano Cau

“Non è stato semplice giocare con il forte vento-commenta Greta Giusti- ma abbiamo chiuso la partita.” “Lo scorso anno qui a Torregrande avevo perso la finale al long tie break e mi è sembrato di rivivere quei momenti in cui avevo vinto il primo set e perso il secondo e poi il tie. Nonostante il vento incredibile, per cui siamo andate in difficoltà, siamo riuscite a vincere”, ha affermato Elena Francesconi.

In semifinale nel doppio femminile anche un’altra atleta sarda, Emma Mussetti in coppia con Vittoria Pastorello e Ilaria Grandi ed Asia Bravaccini. Gli atleti iscritti, tra il BT 100 ITF Eolo Beach Contest Proxienergy e il Torneo Al Naturale, erano circa 200. In calendario un Open, un TPRA ed un Under 16.

Nel doppio maschile open Riccardo Frau e Alessandro Galletti hanno vinto in finale, per 9-6 contro Giulio Marraccini e Lorenzo Carlotti. Nel doppio femminile le padrone di casa Lucia Cusinu e Anna Olla hanno battuto Lucia Bazzocchi ed Elisa Cappelli per 9-3. Mentre nel doppio misto sono stati Marco Carboni e Sara Manenti ad avere la meglio su Diego Fratini e Lucia Cusinu, risultato finale 9-7.

Nel doppio maschile TPRA è la coppia composta da Samuele Lucchi e Luca Severi ad aggiudicarsi la finale per 6-4, giocata contro i fratelli Emanuele e Matteo Cazzaniga. Sono Paola Seruis e Martina Barbera a vincere il doppio femminile TPRA per 6 giochi a 2 su Silvia Vivoli e Federica Camerada, mentre il doppio misto è stato guadagnato da Alessandro Imbimbo e Marinella Cerusico per 6-4 su Andrea Angionie Alessia Cucco.

Nel fine settimana spazio anche ai giocatori più piccoli con un torneo interamente dedicato agli Under 16. Tra i ragazzi, i vincitori sono stati Giulio Brunello e Nicola De Siena, finale terminata 9-4. Nel doppio femminile a vincere sono state Alice Loi e Martina Picci su Angelica Villecco ed Elisa Carboni, mentre il misto è stato strappato da Enrico Montisci e Alice Loi per 9 giochi a 8 su Riccardo Ponti e Martina Picci.

“E’ stato entusiasmante poter seguire grandi partite di livello mondiale presso i nostri campi- afferma Sebastiano Cau, presidente di Eolo Beach Sports- siamo orgogliosi di aver ospitato i grandi del beach tennis. Il ringraziamento va a quanti hanno scelto di giocare in questo importante fine settimana, allo staff organizzatore, ai nostri sponsor”.

“Questa nona edizione dell’ Eolo beach Pontest Proxienergy ha confermato che la Sardegna beach tennistica ha bisogno di manifestazioni importanti e di grande livello. Sfiorare 200 iscritti, vedere così tanto pubblico durante le finali, è stato importante sia per noi che abbiamo organizzato, ma anche per l’intero movimento – spiega Diego Fratini, a capo del gruppo organizzatore dell’evento. “Nonostante il meteo non clemente, lo spettacolo è stato di altissimo livello, con grandi partite e grandi giocatori. Non posso che ringraziare tutti i partecipanti per la fiducia data alla nostra associazione, ma il ringraziamento principale va al team organizzativo che ha lavorato duramente per realizzare quest’evento.”

Le immagini delle principali partite sono state trasmesse in diretta streaming, seguite da diversi Paesi del mondo, tra questi anche il Brasile.

Condividi questa notizia: