Sindacopoli. Confiscati definitivamente 8 mln di beni al principale indagato

La Guardia di Finanza di Oristano, al termine di 4 anni di indagini, ha definitivamente confiscato beni per 8 milioni e 600 mila euro sul patrimonio dell’ingegnere di Desulo, Salvatore Pinna.
Le indagini sono quelle del filone principale di Sindacopoli, la truffa legata agli appalti pubblici in molti Comuni della Sardegna, che ha visto coinvolti diversi professionisti. Le stesse hanno consentito di dimostrare come Pinna abbia, nel tempo, accumulato ricchezze e tenuto un tenore di vita sproporzionati rispetto ai suoi profili reddituali.
Gli atti di confisca riguardano beni quali conti correnti, quote sociali di 3 società, terreni e immobili di pregio nel territorio dei comuni di Cagliari, Aglientu, Palau e San Teodoro, nonché 4 automobili e una moto.

Condividi questa notizia: